domenica 28 aprile 2013

Formaldeide e Toulene negli smalti....quali evitare?!

Ragazze buonasera, oggi mi dilettavo a leggere qua e la notizie sui blog, quando mi imbatto in un post doce trovo scritto che gli smalti KIKO contengono FORMALDEIDE.... Non potete immaginare la mia faccia!!!!
Come già vi ho detto posseggo una bella quantità di smalti e molti sono della KIKO, quindi mi sono messa a fare le dovute ricerche in merito, non solo per questo brand, ma per tutti.
E' stata una ricerca difficile, perchè su internet si trovano pareri molto diversi tra di loro e anche discordanti.
Allora ho riazzerato tutta la ricerca e sono partita da cercare i termini FORMALDEIDE e TOULENE, gli ingredienti più dannosi che possiamo trovare negli INCI degli smalti, ecco i risultati:

FORMALDEIDEcomposto organico appartenente alla famiglia degli aldeidi, fortemente reattivo e dannoso. Le informazioni tossicologiche reperibili nella scheda di sicurezza della sostanza, testimoniano taluni inquietanti conseguenze derivanti dall’esposizione massiccia ad essa quali: corrosività per la pelle, per gli occhi e per le mucose, potenziale sensibilizzazione cutanea e capacità d’indurre cancro. L’etichettatura di pericolosità della formaldeide riporta il livello di tossicità massimo, con chiari e deducibili riscontri sull’utilizzo personale della stessa. L’AIRC, Agenzia Internazionale per la ricerca sul Cancro, ha inserito da alcuni anni ormai la formaldeide tra le sostanze considerate quasi certamente cancerogene per la specie umana, evidenziando altresì la sua capacità d’interferire con il DNA.

Indicazioni per poter rilevare con facilità all’interno dell’Inci le sostanze che cedono formaldeide. Ecco di seguito le sostanze che certamente cedono formaldeide: Sodium hydroxymethyl glycinate, Benzylhemiformal, Imidazolidinyl urea and diazolidinyl urea.

Per queste altre sostanze manca invece una prova analitica definitiva che dimostri la loro capacità di rilascio di formaldeide: 2-Bromo-2-nitropropane-1,3-diol, 5-Bromo-5-nitro-1,3-dioxane, Quaternium-15, DMDM Hydantoin, Methenamine.
(Fonte Biomakeup)

TOULENEIl toluene è un solvente, è un po’ il prezzemolo dell’industria chimica, lo si trova dappertutto e nel caso delle nostre unghie serve a far si che lo smalto si stenda più facilmente. E come per il prezzemolo ci si accorge subito quando non c’è, lo smalto risulta molto più difficile da applicare e si asciuga molto più lentamente. Il toluene infatti “vola” molto facilmente e quindi, una volta steso, in parte “evapora”.
Ma dove scappa? Bè..purtroppo lo inaliamo! Fortunatamente non lo inaliamo tutto…  Ma il resto viene assorbito dalle nostre unghiette? Sono stati condotti molti studi sul livello di esposizione del toluene ed alcuni specifici per il toluene contenuto negli smalti per unghie, ad oggi non ci sono stati moniti di allerta sull’esposizione di toluene da smalti, si parla infatti di livelli che vanno da 1 a 4 ppm di solvente in aria per circa 30 minuti e sono pochini. Non ci sono però evidenze (o almeno non mi risultano!) sulla quantità o sull’eventualità che il toluene possa essere assorbito direttamente dalle unghie… insomma, nel dubbio, meglio evitarlo! :)  E’ abbastanza impressionante sapere che è una sostanza chimica classificata come irritante per la pelle, che può causare danni al feto, può provocare danni alla salute in caso di esposizioni prolungate.
(Fonte Chimicamente)

Insomma ingredienti non molto buoni! Da qui sono passata ad una ricerca su una lista di smalti che contengono queste sostanze nocive e ho trovato alcune recensioni di prodotti, ma niente di dettagliato..... Vi dico la verità, quando sento che qualcosa che può essere nocivo, mi impegno a evitare tali prodotti e così presa da questa curiosità mi sono armata di pazienza e mi sono messa a leggere gli INCI di OGNI SINGOLO SMALTO CHE HO. E' stata un impresa eh, ma sono contenta di averlo fatto, sia per me che per voi, per potervi dire le marche che ho controllato e che hanno sostanze nocive. Purtroppo alcuni marchi non possedevo l'INCI, o perchè non ho più la scatola o perchè proprio non è scritto; questi marchi ve li segno con un asterisco e li approfondiremo dopo:

- AVON *
- BASIC BEAUTY
- CHANEL
- COLLISTAR
- DEBBY*
- ESSENCE*
- EUPHIDRA*
- KIKO 
- LAYLA
- MAVALA*
- MAYBELLINE*
- OPI
- PUPA
- REVLON
- SHAKA
- SINFULCOLORS

*AVON--> L'INCI si trova scritto nella confezione, ma sul sito NO. Non mi sembra una cosa buona il fatto che si debba comprare ad occhi chiusi senza sapere gli ingredienti del prodotto; da alcune recensioni lette sembra che siano prodotti sicuri.

*DEBBY--> Non ho trovato NIENTE sull'INCI di questi prodotti;

*ESSENCE--> L'INCI dei loro prodotti lo potete trovare QUI. Gli smalti che CONTENGONO FORMALDEIDE di questo marchio sono:
1) Dimond Power Shield;
2) Glitter Nail Hardener;
3) Ultra Strong Nail Hardener;

*EUPHIDRA--> Il sito dice che non contengono nè formaldeide nè toulene; vi lascio il link;

*MAVALA--> Non ho trovato niente su questi prodotti;

*MAYBELLINE--> Non ho trovato nessuna informazione sugli INCI di questo marchio;

Per il resto dei marchi che vi ho elencato ho controllato e NON ci sono queste sostanze nocive.

Veniamo ora a l'unica marca che ho e che LI CONTIENE: la DEBORAH


Questi purtroppo sono da buttare! Ho anche qualche 'Pret a Porter' che però non hanno l'INCI scritto, e sono andata a cercare su internet se trovavo qualche informazione il risultato?! QUESTO
E' una vergogna, scrivono che sono SENSIBILI a questa alle tematiche SAFETY quando sul prodotto c'è scritto il contrario.....sono delusa da questa cosa, e ho rivalutato negativamente questo marchio.

Come ultima cosa vi lascio una piccola lista trovata su Yahoo Answer su questo tema:

SMALTI CON FORMALDEIDE ( in qualsiasi posizione dell'INCI essa sia)

ESSENCE : DIAMOND POWER SHIELD; GLITTER NAIL HARDENER; ULTRA STRONG NAIL HARDENER. (significa, che per ora, TUTTI gli altri smalti di essence non contengono formaldeide quindi son buoni)

DEBORAH: Linea "SENSE TECH 100% MAT"; Linea "7 DAY LONG" (contiene formaldeide resin)

COLLISTAR: Linea "SMALTO UNGHIE PERFETTE CON RAFFORZATORE"

KIKO: "EXTRA STRONG&HARD". La cosa divertente è che consigliano l'uso di una crema sulle cuticole dopo aver sbandierato la presenza di formaldeide o_o"

DEBBY: "COLOR PLAY" (contiene formaldeide resin)

SEPHORA: "TRIND NAIL REPAIR"

SMALTI CON TOLUENE

KOST: Ho tre smalti, e tutti ce l'hanno in SECONDA posizione. Ditemi voi se anche i vostri ce l'hanno.


PICCOLO APPUNTO:
Vorrei concludere questo post con una considerazione. Ho letto commenti di ragazze infuriate su questi tipi di ricerche dove secondo loro si fa un 'BOMBARDAMENTO INUTILE' di notizie che riguardano la presenza di formaldeide e toulene negli smalti e cosmetici in generale. Io non sono affatto d'accordo, se c'è qualcosa nei prodotti che usiamo di nocivo IO lo voglio sapere e informo anche le mie LETTRICI, perchè è giusto sapere! Poi ognuna è libera di usare e pensare quello che vuole, non voglio imporre niente a nessuno, ma l'informazione è necessaria!

Ragazze, ditemi se sapete qualcosa su questo argomento, se avete aggiornamenti scrivete pure!
Un bacione

29 commenti:

  1. Ciao bella ti ho conosciuto per la bella iniziativa di spicchi del gusto, il tuo blog é bellissimo e molto interessante, brava. Besitos.

    http://redecoratelg.blogspot.com.es/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria, sono già una tua follower!
      Baciiii

      Elimina
    2. Ma gli smalti dell'Oreal contengono queste sostanze?

      Elimina
  2. Ho iniziato da poco a interessarmi agli inci, e sto un pò alla volta facendo anche io questo controllo su tutti i miei prodotti....ovviamente è un lavoro lungo ma appena avrò i primi risultati farò un post

    Son del tuo stesso parere, anche io voglio sapere se ci son sostanze dannose in ciò che uso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nemy anche io stò facendo qualche ricerca sull'INCI dei prodotti che ho, appena ho saputo questa cosa degli smalti ho controllato e ho scritto subito il post; hai fatto benissimo a condividerlo :)
      Bacioniii

      Elimina
  3. Sapevo che molti smalti contenevano sostanze nocive ma non pensavo che fossero cosi dannose! >.< baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io sapevo quanto lo fossero Deni....
      Per fortuna che ne ho trovati pochi di smalti con queste sostanze!

      Elimina
  4. P.s condivido il tuo post sul mio profilo FB così lo faccio girare un pò :)

    RispondiElimina
  5. ciao, ho scoperto questo post tramite il facebook di noemi..io sono piuttosto ipocondriaca, quindi con questo post hai scatenato il mio terrore, dato che sono smalto-dipendente e che quando mangiavo le unghie capitava che ingoiassi anche pezzettini si malto :/ controllerò subito tutti i miei prodotti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, mi fa piacere che ti sei unita al mio blog!
      Non volevo scatenare terrore, mi dispiace!!!!
      Mi fa piacere che hai trovato utile questo post, mi raccomando se hai aggiornamenti di marche o novità, facci sapere!
      Baci

      Elimina
    2. Ahah tranquilla :p ho già fatto un post anche io sul mio blog (già sei passata quindi probabilmente l'hai visto)

      Elimina
  6. grazie per i tuoi consigli, ora non comprerò più gli smalti elencati, soprattutto la debora che fa test sugli animali

    RispondiElimina
  7. Ciao, mi linkeresti un paio di schede di sicurezza? grazie!!!

    RispondiElimina
  8. Ho comprato gli smalti CHRESY e non contengono formaldeide,canfora,toulene e DBP.

    RispondiElimina
  9. Ho comprato gli smalti CHRESY e non contengono formaldeide,canfora,toulene e DBP.

    RispondiElimina
  10. Quindi gli smalti kiko sono "abbastanza" sicuri? no perché io ho solo quelli..

    RispondiElimina
  11. Quindi quelli di kiko li posso usare? No perché io ho solo quelli...

    RispondiElimina
  12. Ciao e complimenti per il tuo articolo! Anch'io sto molto attenta ultimamente all'acquisto degli smalti. Volevo però segnalarti che un mesetto fa ho preso anche uno smalto della deborah (shine tech) che sull'adesivo sul retro porta scritto: no toluene no formaldeide!! che sia un falso? o vogliono redimersi?

    RispondiElimina
  13. vi consiglio gli smalti della benecos. senza toulene formaldeide, ftalati e canfora.. sono ottimi,da quando li uso le mie unghie sono rinate. sicuramente non sono del tutto naturali ma per chi non vuole rinunciare allo smalto,sono un buon compromesso.ho avuto seri problemi alle unghie ( sia delle mani che dei piedi) proprio a causa di utilizzo di una marca di smalti sopra da te citata. non usateli ragazze credetemi. provate quelli della benecos ( non costano neanche molto) anche se ovviamente la gamma di colori non e' vasta come quella della sempre sopra citata marca. :)

    RispondiElimina
  14. Oh dio io facevo un uso sproporzionato di esse ce ultra strong :-( mi sento una scema x non essermi informata prima..ora butto tutto!! Spero di nn avere conseguenze x l' uso che ne ho fatto..nessuno mi può tranquillizzare su questo??grazie mille x le informazioni emanuela

    RispondiElimina
  15. Mi pere che la pupa non contiene ne toulene ne folmaldeide

    RispondiElimina
  16. Mi pere che la pupa non contiene ne toulene ne folmaldeide

    RispondiElimina
  17. Ti ringrazio per aver pubblicato queste importanti informazioni relative agli INCI, io uso un sacco di smalti, e sapere quali sostante contengono non può che essere utile e importante! inizierò a controllare molto di più gli inci ..e soprattutto comprerò i prodotti che non contengono queste sostanze o che almeno si spera non le contengano!

    RispondiElimina
  18. Grazie Emanuela. Condivido in pieno la tua opinione.

    È un diritto del consumatore sapere se i prodotti che usiamo o vogliamo comprare contengono sostanze nocive o a rischio.

    Per gli smalti occorre stare molto attenti, sopratutto se hanno una funzione indurente (troppo spesso ho notato che dietro a questi smalti, anche se venduti in farmacia, vi è formaldeide o cessori di tale sostanza).

    La legge in Europa consente l'utilizzo di tale sostanza nei cosmetici entro certi limiti. Il problema è che purtroppo questa sostanza, come conservante, è contenuta in molti prodotti per la cura della persona che usiamo quotidianamente.

    Ho trovato formaldeide o suoi cessori in prodotti per bambini, prodotti venduti in farmacia, shampoo, gel doccia, dopobarba, creme per la pelle, creme per le mani, lozioni solari, e addirittura anche in prodotti venduti da case che si "vendono" in Italia e a livello internazionale come "safe", organiche o " bio".

    In proposito, ho scritto anche ai direttori di tali imprese, perché per me è una vergogna che imprese che si "vedono" come totalmente sicure, bio e organiche, mettano poi una sostanza così tossica come conservante, e la loro risposta è stata che loro la utilizzano nei limiti consentiti dalla legge. A questo punto, il problema è rimandato ai consumatori, perché è l'effetto cumulato nei prodotti che si usano che, a mio avviso, è preoccupante.

    Quindi la mia attitudine ora è guardare attentamente tutti gli ingredienti in ogni prodotto che uso, e non fidarmi semplicemente del fatto che un'impresa si venda come "bio". Ho trovato spiacevoli sorprese in proposito e dunque ora non mi fido.

    Per gli smalti, fortunatamente ho trovato un paio di linee totalmente prive di tutte le sostanze che tu Emanuela hai elencato e spero sempre più case cosmetiche si comportino così, e in ogni modo è un pieno diritto del consumatore avere informazioni chiare e precise sulla presenza di sostanze tossiche o potenzialmente tossiche.

    Noi abbiamo il diritto di prendere decisioni informate, e dobbiamo lottare affinché questo diritto sia rispettato, in tutti i campi, industria della cosmesi inclusa!

    Attenzione anche ai 'parabens', purtroppo presenti in molti, troppi, prodotti. Diversi studi dimostrano effetti negativi per la salute e il sistema endocrino. Sulla salute non si può "scherzare". E le case cosmetiche dovrebbero, tutte, avere il massimo rispetto per la salute dei consumatori.

    A presto, Simona

    RispondiElimina
  19. Grazie Emanuela. Condivido in pieno la tua opinione.

    È un diritto del consumatore sapere se i prodotti che usiamo o vogliamo comprare contengono sostanze nocive o a rischio.

    Per gli smalti occorre stare molto attenti, sopratutto se hanno una funzione indurente (troppo spesso ho notato che dietro a questi smalti, anche se venduti in farmacia, vi è formaldeide o cessori di tale sostanza).

    La legge in Europa consente l'utilizzo di tale sostanza nei cosmetici entro certi limiti. Il problema è che purtroppo questa sostanza, come conservante, è contenuta in molti prodotti per la cura della persona che usiamo quotidianamente.

    Ho trovato formaldeide o suoi cessori in prodotti per bambini, prodotti venduti in farmacia, shampoo, gel doccia, dopobarba, creme per la pelle, creme per le mani, lozioni solari, e addirittura anche in prodotti venduti da case che si "vendono" in Italia e a livello internazionale come "safe", organiche o " bio".

    In proposito, ho scritto anche ai direttori di tali imprese, perché per me è una vergogna che imprese che si "vedono" come totalmente sicure, bio e organiche, mettano poi una sostanza così tossica come conservante, e la loro risposta è stata che loro la utilizzano nei limiti consentiti dalla legge. A questo punto, il problema è rimandato ai consumatori, perché è l'effetto cumulato nei prodotti che si usano che, a mio avviso, è preoccupante.

    Quindi la mia attitudine ora è guardare attentamente tutti gli ingredienti in ogni prodotto che uso, e non fidarmi semplicemente del fatto che un'impresa si venda come "bio". Ho trovato spiacevoli sorprese in proposito e dunque ora non mi fido.

    Per gli smalti, fortunatamente ho trovato un paio di linee totalmente prive di tutte le sostanze che tu Emanuela hai elencato e spero sempre più case cosmetiche si comportino così, e in ogni modo è un pieno diritto del consumatore avere informazioni chiare e precise sulla presenza di sostanze tossiche o potenzialmente tossiche.

    Noi abbiamo il diritto di prendere decisioni informate, e dobbiamo lottare affinché questo diritto sia rispettato, in tutti i campi, industria della cosmesi inclusa!

    Attenzione anche ai 'parabens', purtroppo presenti in molti, troppi, prodotti. Diversi studi dimostrano effetti negativi per la salute e il sistema endocrino. Sulla salute non si può "scherzare". E le case cosmetiche dovrebbero, tutte, avere il massimo rispetto per la salute dei consumatori.

    A presto, Simo

    RispondiElimina
  20. E' un post super interessante, anchio ci tengo tantissimo all'inci.

    RispondiElimina
  21. Mi iscrivo al tuo blog se vuoi ricambia http://modaecosmesi.blogspot.it/
    il tuo post sull'inci degli smalti è davvero interessante, mi sa che dovrò fare pulizia anchio di smalti dannosi..

    RispondiElimina
  22. Ciao..che mi dici degli smalti della LNC usato dalle estetiste??

    RispondiElimina
  23. Mi e'stato consigliato un indurente tra le indicazioni :indurisce le unghie con formaldeide...

    RispondiElimina

domenica 28 aprile 2013

Formaldeide e Toulene negli smalti....quali evitare?!


Ragazze buonasera, oggi mi dilettavo a leggere qua e la notizie sui blog, quando mi imbatto in un post doce trovo scritto che gli smalti KIKO contengono FORMALDEIDE.... Non potete immaginare la mia faccia!!!!
Come già vi ho detto posseggo una bella quantità di smalti e molti sono della KIKO, quindi mi sono messa a fare le dovute ricerche in merito, non solo per questo brand, ma per tutti.
E' stata una ricerca difficile, perchè su internet si trovano pareri molto diversi tra di loro e anche discordanti.
Allora ho riazzerato tutta la ricerca e sono partita da cercare i termini FORMALDEIDE e TOULENE, gli ingredienti più dannosi che possiamo trovare negli INCI degli smalti, ecco i risultati:

FORMALDEIDEcomposto organico appartenente alla famiglia degli aldeidi, fortemente reattivo e dannoso. Le informazioni tossicologiche reperibili nella scheda di sicurezza della sostanza, testimoniano taluni inquietanti conseguenze derivanti dall’esposizione massiccia ad essa quali: corrosività per la pelle, per gli occhi e per le mucose, potenziale sensibilizzazione cutanea e capacità d’indurre cancro. L’etichettatura di pericolosità della formaldeide riporta il livello di tossicità massimo, con chiari e deducibili riscontri sull’utilizzo personale della stessa. L’AIRC, Agenzia Internazionale per la ricerca sul Cancro, ha inserito da alcuni anni ormai la formaldeide tra le sostanze considerate quasi certamente cancerogene per la specie umana, evidenziando altresì la sua capacità d’interferire con il DNA.

Indicazioni per poter rilevare con facilità all’interno dell’Inci le sostanze che cedono formaldeide. Ecco di seguito le sostanze che certamente cedono formaldeide: Sodium hydroxymethyl glycinate, Benzylhemiformal, Imidazolidinyl urea and diazolidinyl urea.

Per queste altre sostanze manca invece una prova analitica definitiva che dimostri la loro capacità di rilascio di formaldeide: 2-Bromo-2-nitropropane-1,3-diol, 5-Bromo-5-nitro-1,3-dioxane, Quaternium-15, DMDM Hydantoin, Methenamine.
(Fonte Biomakeup)

TOULENEIl toluene è un solvente, è un po’ il prezzemolo dell’industria chimica, lo si trova dappertutto e nel caso delle nostre unghie serve a far si che lo smalto si stenda più facilmente. E come per il prezzemolo ci si accorge subito quando non c’è, lo smalto risulta molto più difficile da applicare e si asciuga molto più lentamente. Il toluene infatti “vola” molto facilmente e quindi, una volta steso, in parte “evapora”.
Ma dove scappa? Bè..purtroppo lo inaliamo! Fortunatamente non lo inaliamo tutto…  Ma il resto viene assorbito dalle nostre unghiette? Sono stati condotti molti studi sul livello di esposizione del toluene ed alcuni specifici per il toluene contenuto negli smalti per unghie, ad oggi non ci sono stati moniti di allerta sull’esposizione di toluene da smalti, si parla infatti di livelli che vanno da 1 a 4 ppm di solvente in aria per circa 30 minuti e sono pochini. Non ci sono però evidenze (o almeno non mi risultano!) sulla quantità o sull’eventualità che il toluene possa essere assorbito direttamente dalle unghie… insomma, nel dubbio, meglio evitarlo! :)  E’ abbastanza impressionante sapere che è una sostanza chimica classificata come irritante per la pelle, che può causare danni al feto, può provocare danni alla salute in caso di esposizioni prolungate.
(Fonte Chimicamente)

Insomma ingredienti non molto buoni! Da qui sono passata ad una ricerca su una lista di smalti che contengono queste sostanze nocive e ho trovato alcune recensioni di prodotti, ma niente di dettagliato..... Vi dico la verità, quando sento che qualcosa che può essere nocivo, mi impegno a evitare tali prodotti e così presa da questa curiosità mi sono armata di pazienza e mi sono messa a leggere gli INCI di OGNI SINGOLO SMALTO CHE HO. E' stata un impresa eh, ma sono contenta di averlo fatto, sia per me che per voi, per potervi dire le marche che ho controllato e che hanno sostanze nocive. Purtroppo alcuni marchi non possedevo l'INCI, o perchè non ho più la scatola o perchè proprio non è scritto; questi marchi ve li segno con un asterisco e li approfondiremo dopo:

- AVON *
- BASIC BEAUTY
- CHANEL
- COLLISTAR
- DEBBY*
- ESSENCE*
- EUPHIDRA*
- KIKO 
- LAYLA
- MAVALA*
- MAYBELLINE*
- OPI
- PUPA
- REVLON
- SHAKA
- SINFULCOLORS

*AVON--> L'INCI si trova scritto nella confezione, ma sul sito NO. Non mi sembra una cosa buona il fatto che si debba comprare ad occhi chiusi senza sapere gli ingredienti del prodotto; da alcune recensioni lette sembra che siano prodotti sicuri.

*DEBBY--> Non ho trovato NIENTE sull'INCI di questi prodotti;

*ESSENCE--> L'INCI dei loro prodotti lo potete trovare QUI. Gli smalti che CONTENGONO FORMALDEIDE di questo marchio sono:
1) Dimond Power Shield;
2) Glitter Nail Hardener;
3) Ultra Strong Nail Hardener;

*EUPHIDRA--> Il sito dice che non contengono nè formaldeide nè toulene; vi lascio il link;

*MAVALA--> Non ho trovato niente su questi prodotti;

*MAYBELLINE--> Non ho trovato nessuna informazione sugli INCI di questo marchio;

Per il resto dei marchi che vi ho elencato ho controllato e NON ci sono queste sostanze nocive.

Veniamo ora a l'unica marca che ho e che LI CONTIENE: la DEBORAH


Questi purtroppo sono da buttare! Ho anche qualche 'Pret a Porter' che però non hanno l'INCI scritto, e sono andata a cercare su internet se trovavo qualche informazione il risultato?! QUESTO
E' una vergogna, scrivono che sono SENSIBILI a questa alle tematiche SAFETY quando sul prodotto c'è scritto il contrario.....sono delusa da questa cosa, e ho rivalutato negativamente questo marchio.

Come ultima cosa vi lascio una piccola lista trovata su Yahoo Answer su questo tema:

SMALTI CON FORMALDEIDE ( in qualsiasi posizione dell'INCI essa sia)

ESSENCE : DIAMOND POWER SHIELD; GLITTER NAIL HARDENER; ULTRA STRONG NAIL HARDENER. (significa, che per ora, TUTTI gli altri smalti di essence non contengono formaldeide quindi son buoni)

DEBORAH: Linea "SENSE TECH 100% MAT"; Linea "7 DAY LONG" (contiene formaldeide resin)

COLLISTAR: Linea "SMALTO UNGHIE PERFETTE CON RAFFORZATORE"

KIKO: "EXTRA STRONG&HARD". La cosa divertente è che consigliano l'uso di una crema sulle cuticole dopo aver sbandierato la presenza di formaldeide o_o"

DEBBY: "COLOR PLAY" (contiene formaldeide resin)

SEPHORA: "TRIND NAIL REPAIR"

SMALTI CON TOLUENE

KOST: Ho tre smalti, e tutti ce l'hanno in SECONDA posizione. Ditemi voi se anche i vostri ce l'hanno.


PICCOLO APPUNTO:
Vorrei concludere questo post con una considerazione. Ho letto commenti di ragazze infuriate su questi tipi di ricerche dove secondo loro si fa un 'BOMBARDAMENTO INUTILE' di notizie che riguardano la presenza di formaldeide e toulene negli smalti e cosmetici in generale. Io non sono affatto d'accordo, se c'è qualcosa nei prodotti che usiamo di nocivo IO lo voglio sapere e informo anche le mie LETTRICI, perchè è giusto sapere! Poi ognuna è libera di usare e pensare quello che vuole, non voglio imporre niente a nessuno, ma l'informazione è necessaria!

Ragazze, ditemi se sapete qualcosa su questo argomento, se avete aggiornamenti scrivete pure!
Un bacione

29 commenti on "Formaldeide e Toulene negli smalti....quali evitare?!"

Maria dolores Lopez godoy on 28 aprile 2013 23:55 ha detto...

Ciao bella ti ho conosciuto per la bella iniziativa di spicchi del gusto, il tuo blog é bellissimo e molto interessante, brava. Besitos.

http://redecoratelg.blogspot.com.es/

Emanuela Anguillesi on 29 aprile 2013 06:19 ha detto...

Grazie Maria, sono già una tua follower!
Baciiii

Nemy on 29 aprile 2013 11:45 ha detto...

Ho iniziato da poco a interessarmi agli inci, e sto un pò alla volta facendo anche io questo controllo su tutti i miei prodotti....ovviamente è un lavoro lungo ma appena avrò i primi risultati farò un post

Son del tuo stesso parere, anche io voglio sapere se ci son sostanze dannose in ciò che uso

De. on 29 aprile 2013 11:47 ha detto...

Sapevo che molti smalti contenevano sostanze nocive ma non pensavo che fossero cosi dannose! >.< baci

Nemy on 29 aprile 2013 11:47 ha detto...

P.s condivido il tuo post sul mio profilo FB così lo faccio girare un pò :)

Bocciolo Di Nessuno on 29 aprile 2013 12:07 ha detto...

ciao, ho scoperto questo post tramite il facebook di noemi..io sono piuttosto ipocondriaca, quindi con questo post hai scatenato il mio terrore, dato che sono smalto-dipendente e che quando mangiavo le unghie capitava che ingoiassi anche pezzettini si malto :/ controllerò subito tutti i miei prodotti!

Emanuela Anguillesi on 29 aprile 2013 12:30 ha detto...

Ciao Nemy anche io stò facendo qualche ricerca sull'INCI dei prodotti che ho, appena ho saputo questa cosa degli smalti ho controllato e ho scritto subito il post; hai fatto benissimo a condividerlo :)
Bacioniii

Emanuela Anguillesi on 29 aprile 2013 12:31 ha detto...

Nemmeno io sapevo quanto lo fossero Deni....
Per fortuna che ne ho trovati pochi di smalti con queste sostanze!

Emanuela Anguillesi on 29 aprile 2013 12:33 ha detto...

Ciao, mi fa piacere che ti sei unita al mio blog!
Non volevo scatenare terrore, mi dispiace!!!!
Mi fa piacere che hai trovato utile questo post, mi raccomando se hai aggiornamenti di marche o novità, facci sapere!
Baci

Bocciolo Di Nessuno on 29 aprile 2013 15:49 ha detto...

Ahah tranquilla :p ho già fatto un post anche io sul mio blog (già sei passata quindi probabilmente l'hai visto)

Anonimo ha detto...

grazie per i tuoi consigli, ora non comprerò più gli smalti elencati, soprattutto la debora che fa test sugli animali

Paolo Vezzoli on 27 novembre 2013 13:40 ha detto...

Ciao, mi linkeresti un paio di schede di sicurezza? grazie!!!

Anonimo ha detto...

Ho comprato gli smalti CHRESY e non contengono formaldeide,canfora,toulene e DBP.

Anonimo ha detto...

Ho comprato gli smalti CHRESY e non contengono formaldeide,canfora,toulene e DBP.

yukiko kazuma on 3 febbraio 2014 19:57 ha detto...

Quindi gli smalti kiko sono "abbastanza" sicuri? no perché io ho solo quelli..

yukiko kazuma on 3 febbraio 2014 19:58 ha detto...

Quindi quelli di kiko li posso usare? No perché io ho solo quelli...

Anonimo ha detto...

Ciao e complimenti per il tuo articolo! Anch'io sto molto attenta ultimamente all'acquisto degli smalti. Volevo però segnalarti che un mesetto fa ho preso anche uno smalto della deborah (shine tech) che sull'adesivo sul retro porta scritto: no toluene no formaldeide!! che sia un falso? o vogliono redimersi?

Anonimo ha detto...

vi consiglio gli smalti della benecos. senza toulene formaldeide, ftalati e canfora.. sono ottimi,da quando li uso le mie unghie sono rinate. sicuramente non sono del tutto naturali ma per chi non vuole rinunciare allo smalto,sono un buon compromesso.ho avuto seri problemi alle unghie ( sia delle mani che dei piedi) proprio a causa di utilizzo di una marca di smalti sopra da te citata. non usateli ragazze credetemi. provate quelli della benecos ( non costano neanche molto) anche se ovviamente la gamma di colori non e' vasta come quella della sempre sopra citata marca. :)

Anonimo ha detto...

Oh dio io facevo un uso sproporzionato di esse ce ultra strong :-( mi sento una scema x non essermi informata prima..ora butto tutto!! Spero di nn avere conseguenze x l' uso che ne ho fatto..nessuno mi può tranquillizzare su questo??grazie mille x le informazioni emanuela

Resy wood on 12 giugno 2014 09:27 ha detto...

Mi pere che la pupa non contiene ne toulene ne folmaldeide

Resy wood on 12 giugno 2014 09:28 ha detto...

Mi pere che la pupa non contiene ne toulene ne folmaldeide

Gaia Fairy on 30 agosto 2014 08:57 ha detto...

Ma gli smalti dell'Oreal contengono queste sostanze?

Vale B on 19 novembre 2014 01:43 ha detto...

Ti ringrazio per aver pubblicato queste importanti informazioni relative agli INCI, io uso un sacco di smalti, e sapere quali sostante contengono non può che essere utile e importante! inizierò a controllare molto di più gli inci ..e soprattutto comprerò i prodotti che non contengono queste sostanze o che almeno si spera non le contengano!

Simo on 4 giugno 2015 13:49 ha detto...

Grazie Emanuela. Condivido in pieno la tua opinione.

È un diritto del consumatore sapere se i prodotti che usiamo o vogliamo comprare contengono sostanze nocive o a rischio.

Per gli smalti occorre stare molto attenti, sopratutto se hanno una funzione indurente (troppo spesso ho notato che dietro a questi smalti, anche se venduti in farmacia, vi è formaldeide o cessori di tale sostanza).

La legge in Europa consente l'utilizzo di tale sostanza nei cosmetici entro certi limiti. Il problema è che purtroppo questa sostanza, come conservante, è contenuta in molti prodotti per la cura della persona che usiamo quotidianamente.

Ho trovato formaldeide o suoi cessori in prodotti per bambini, prodotti venduti in farmacia, shampoo, gel doccia, dopobarba, creme per la pelle, creme per le mani, lozioni solari, e addirittura anche in prodotti venduti da case che si "vendono" in Italia e a livello internazionale come "safe", organiche o " bio".

In proposito, ho scritto anche ai direttori di tali imprese, perché per me è una vergogna che imprese che si "vedono" come totalmente sicure, bio e organiche, mettano poi una sostanza così tossica come conservante, e la loro risposta è stata che loro la utilizzano nei limiti consentiti dalla legge. A questo punto, il problema è rimandato ai consumatori, perché è l'effetto cumulato nei prodotti che si usano che, a mio avviso, è preoccupante.

Quindi la mia attitudine ora è guardare attentamente tutti gli ingredienti in ogni prodotto che uso, e non fidarmi semplicemente del fatto che un'impresa si venda come "bio". Ho trovato spiacevoli sorprese in proposito e dunque ora non mi fido.

Per gli smalti, fortunatamente ho trovato un paio di linee totalmente prive di tutte le sostanze che tu Emanuela hai elencato e spero sempre più case cosmetiche si comportino così, e in ogni modo è un pieno diritto del consumatore avere informazioni chiare e precise sulla presenza di sostanze tossiche o potenzialmente tossiche.

Noi abbiamo il diritto di prendere decisioni informate, e dobbiamo lottare affinché questo diritto sia rispettato, in tutti i campi, industria della cosmesi inclusa!

Attenzione anche ai 'parabens', purtroppo presenti in molti, troppi, prodotti. Diversi studi dimostrano effetti negativi per la salute e il sistema endocrino. Sulla salute non si può "scherzare". E le case cosmetiche dovrebbero, tutte, avere il massimo rispetto per la salute dei consumatori.

A presto, Simona

Simo on 4 giugno 2015 13:50 ha detto...

Grazie Emanuela. Condivido in pieno la tua opinione.

È un diritto del consumatore sapere se i prodotti che usiamo o vogliamo comprare contengono sostanze nocive o a rischio.

Per gli smalti occorre stare molto attenti, sopratutto se hanno una funzione indurente (troppo spesso ho notato che dietro a questi smalti, anche se venduti in farmacia, vi è formaldeide o cessori di tale sostanza).

La legge in Europa consente l'utilizzo di tale sostanza nei cosmetici entro certi limiti. Il problema è che purtroppo questa sostanza, come conservante, è contenuta in molti prodotti per la cura della persona che usiamo quotidianamente.

Ho trovato formaldeide o suoi cessori in prodotti per bambini, prodotti venduti in farmacia, shampoo, gel doccia, dopobarba, creme per la pelle, creme per le mani, lozioni solari, e addirittura anche in prodotti venduti da case che si "vendono" in Italia e a livello internazionale come "safe", organiche o " bio".

In proposito, ho scritto anche ai direttori di tali imprese, perché per me è una vergogna che imprese che si "vedono" come totalmente sicure, bio e organiche, mettano poi una sostanza così tossica come conservante, e la loro risposta è stata che loro la utilizzano nei limiti consentiti dalla legge. A questo punto, il problema è rimandato ai consumatori, perché è l'effetto cumulato nei prodotti che si usano che, a mio avviso, è preoccupante.

Quindi la mia attitudine ora è guardare attentamente tutti gli ingredienti in ogni prodotto che uso, e non fidarmi semplicemente del fatto che un'impresa si venda come "bio". Ho trovato spiacevoli sorprese in proposito e dunque ora non mi fido.

Per gli smalti, fortunatamente ho trovato un paio di linee totalmente prive di tutte le sostanze che tu Emanuela hai elencato e spero sempre più case cosmetiche si comportino così, e in ogni modo è un pieno diritto del consumatore avere informazioni chiare e precise sulla presenza di sostanze tossiche o potenzialmente tossiche.

Noi abbiamo il diritto di prendere decisioni informate, e dobbiamo lottare affinché questo diritto sia rispettato, in tutti i campi, industria della cosmesi inclusa!

Attenzione anche ai 'parabens', purtroppo presenti in molti, troppi, prodotti. Diversi studi dimostrano effetti negativi per la salute e il sistema endocrino. Sulla salute non si può "scherzare". E le case cosmetiche dovrebbero, tutte, avere il massimo rispetto per la salute dei consumatori.

A presto, Simo

Beatrice Beauty on 7 marzo 2016 18:13 ha detto...

E' un post super interessante, anchio ci tengo tantissimo all'inci.

Beatrice Beauty on 7 marzo 2016 18:16 ha detto...

Mi iscrivo al tuo blog se vuoi ricambia http://modaecosmesi.blogspot.it/
il tuo post sull'inci degli smalti è davvero interessante, mi sa che dovrò fare pulizia anchio di smalti dannosi..

Anonimo ha detto...

Ciao..che mi dici degli smalti della LNC usato dalle estetiste??

Anonimo ha detto...

Mi e'stato consigliato un indurente tra le indicazioni :indurisce le unghie con formaldeide...

Posta un commento